23/11/2016
Frutti di Misericordia
Comunità parrocchiale di Sant’Alessandro e San Lorenzo
Il nuovo Anno Liturgico si apre con l’Avvento e come ogni anno la Comunità parrocchiale di Sant’Alessandro e San Lorenzo, attraverso la tradizionale raccolta viveri, si attiva per venire incontro alle necessità delle persone che vivono in situazioni di difficoltà. Questo Avvento e questa raccolta però non sono uguali ai precedenti. Si è infatti da poco concluso il Giubileo Straordinario della Misericordia voluto da Papa Francesco, un Anno Santo che ha accompagnato la vita della nostra Comunità in tante forme diverse nei suoi vari percorsi con adulti, famiglie, anziani, bambini, ragazzi. Non è mancata l’attenzione ai più poveri e bisognosi, che è finalmente destinata a concretizzarsi, dopo un lungo e attento lavoro preparatorio iniziato nel maggio scorso, in un servizio Caritas parrocchiale il cui avvio è previsto per sabato 14 gennaio nei locali della Parrocchia di San Lorenzo, grazie ai tanti volontari che si sono resi disponibili a garantire l’accoglienza, l’ascolto e, per quanto possibile, un aiuto materiale e concreto a chi ha bisogno (per informazioni: info@parrocchiasantalessandro.com). È il modo in cui la nostra Comunità risponde all'appello degli amici della Parrocchia di Santa Maria di Castello, cui va il nostro grazie per la pazienza e per l’aiuto fornito in termini di esperienza pratico-organizzativa, i quali finora si sono occupati operativamente di sempre più numerose persone e nuclei familiari in difficoltà, provenienti anche dal territorio della nostra Parrocchia, benché costante nel tempo sia sempre rimasto il nostro impegno materiale attraverso l’invio dei generi di prima necessità raccolti grazie alla generosità di tanti parrocchiani. La raccolta viveri d’Avvento di quest’anno ha dunque come obiettivo quello di raccogliere quanti più generi alimentari possibile in vista della piena operatività del nuovo servizio. Invitiamo pertanto a essere generosi, portando due pacchi di pasta anziché uno, tre pacchi di riso invece di due, all’insegna dello slogan #unoinpiù, un gesto che non costa molto, economicamente parlando, ma che può fare la differenza per migliorare la vita di tante persone.
La raccolta si articola nelle quattro domeniche di Avvento, così scandita: 27/11 pasta e riso, 04/12 olio, 11/12 salsa di pomodoro, 18/12 prodotti di igiene personale e della casa; ma prosegue anche durante la settimana, negli orari di apertura delle due chiese (9.00-12.00 e 16.00-19.00).
Ringraziamo in anticipo per la generosità quanti vorranno contribuire, perché insieme non solo è più bello, ma può anche permettere di arrivare a traguardi che altrimenti non sarebbero raggiungibili. La Comunità cammina, a passi lenti e magari poco visibili, ma con l’obiettivo di una sempre maggiore inclusione e attenzione a ogni persona, nello sforzo di essere gli uni per gli altri volto di misericordia, come non si stancano di chiederci il nostro Vescovo Guido, Papa Francesco ma soprattutto e prima di tutti Gesù stesso: la fede in lui e il suo amore per ognuno di noi ci sostengono a ogni passo.
A tutte le Comunità della Diocesi e a chi è chiamato a guidarle e accompagnarle nel loro cammino va l’augurio, da parte di tutta la nostra Comunità, di un tempo di Avvento ricco non solo di preparativi esteriori ma specialmente di attenzione a tutti i segni di misericordia che ci circondano e che ci ricordano che Dio si è fatto uomo ed è presente nelle nostre vite perché noi possiamo essere a nostra volta segno della Sua presenza per quanti ci ha posto accanto.
La Comunità parrocchiale di Sant’Alessandro e San Lorenzo, con don Maurizio