14/02/2017
Asl e volontariato a confronto
Vaccinazioni, Fisiatria e Case della Salute: l’Asl Al a confronto con il volontariato in un dialogo informativo e costruttivo. Alla luce di risultati molto rilevanti raggiunti in passato grazie ai vaccini, come la eradicazione del vaiolo – motivo per cui non ci si vaccina più, vista la scomparsa della malattia in tutto il mondo - è pressante l’appello a non abbassare la guardia, magari restando vittime della cattiva informazione circolante soprattutto sulla rete, ma anche su carta stampata e tv. È inoltre imminente l’entrata in vigore del nuovo piano vaccinale nazionale, che prevede alcune novità di rilievo, come l’introduzione dal 2017 dell’offerta attiva e gratuita dei vaccini antimeningococco B per i nati nel 2017 e dell’antimeningococco ACWY negli adolescenti nati nel 2002. In materia di riabilitazione i numeri dimostrano che, pur con qualche spostamento in alcuni percorsi assistenziali, è stata garantita a tutti una risposta in termini di presa in carico dei pazienti cronici attraverso progetti riabilitativi individuali e fornitura di protesi e ausili sostanzialmente costante negli anni. Riflettori, poi, sulle Case della salute previste dalla Regione come luoghi fisici che rappresentino una risposta ai bisogni di salute, alternativa a quella fornita dai Pronto Soccorso, che dovrebbero occuparsi di emergenze. Comprenderanno pertanto ambulatori specialistici, con la presenza inizialmente del cardiologo, del neurologo, del diabetologo, ambulatorio dell’infermiere di comunità, consultori e ambulatori dei medici di famiglia che aderiranno, anche per sviluppare la cosiddetta 'medicina di iniziativa'. Per la nostra Asl è stato elaborato un progetto che prevede la individuazione di cinque strutture in parte già adibite ad attività sanitaria, in parte da ristrutturare in misura più sostanziale, ad Arquata Scrivia, Castellazzo Bormida, Castelnuovo Scrivia, Moncalvo e Valenza. “Abbiamo molto apprezzato come associazioni – sottolinea Sabino Di Donna, presidente Aias (Associazione Italiana Assistenza Spastici) - la grande attenzione dell’Asl verso i cittadini. I temi affrontati sono molto sentiti e ci auguriamo che le azioni vengano  intraprese in modo rapido e sinergico”.